Risposta del Presidente Oliverio a Giuseppe Naccarato, Francesco Rende e Domenico Rositano sul tema dell'innovazione tecnologica

Risposta del Presidente Oliverio a Giuseppe Naccarato, Francesco Rende e Domenico Rositano sul tema dell'innovazione tecnologica
Pubblicato in: News

Gentilissimi Giuseppe, Francesco e Domenico, vi ringrazio per la vostra bella lettera, tanto ricca di proposte e di contenuti da meritare una risposta circostanziata, approfittando dell'ospitalità de Il Quotidiano, che ringrazio. Vorrei dirvi, innanzitutto, che sono completamente d'accordo con voi sulla centralità del ruolo dell'innovazione nella progettazione del futuro della Calabria e del Paese. Considero l'innovazione tecnologica, digitale e sociale come il cuore delle politiche regionali dei prossimi anni. Pur non essendo - come, invece, immagino siate voi in virtù della vostra dichiarata giovane età - un "nativo digitale", utilizzo anch'io le tecnologie digitali nel mio lavoro e nella quotidianità e ne comprendo appieno l'importanza e la rilevanza.
L'innovazione è cruciale per lo sviluppo economico, la crescita sociale e civile, la qualità della vita. So che la Calabria, anche su questo terreno, è purtroppo in grave ritardo. Ma so anche che alla Calabria serve una rivoluzione dell'innovazione. Su tutti i fronti: nei servizi, nelle infrastrutture, nel governo del territorio, nella sanità, nella scuola, nelle imprese, nel lavoro. Questo è quello che dobbiamo fare per riprenderci il futuro. So che non sarà facile e so anche che, ad ogni passo in questa direzione, ci sarà chi dirà «in Calabria non si può», «non ci riesci», «tanto è inutile, non provarci nemmeno». Ma io non mi sono candidato alla Presidenza della Regione per adeguarmi a questa mentalità: l'ho fatto per sfidarla. La posta in gioco è troppo alta e non possiamo accontentarci di niente che non sia un cambiamento autentico e profondo. Credo che sia possibile facendo leva sulle enormi potenzialità che proprio migliaia di giovani come voi possiedono e possono mettere al servizio per un nuovo orizzonte di progresso.
In questi anni, in cui la grande crisi ha investito la nostra realtà, la Calabria si è sentita e si è trovata in ginocchio, più e peggio di altre regioni d'Italia. Immerse in una crisi che divora speranze e fiducia e consuma imprese e posti di lavoro, la società e l'economia calabrese, negli ultimi anni, sono state lasciate sole. Dobbiamo prioritariamente aiutare le imprese, i lavoratori, le famiglie a fronteggiare la difficile situazione in cui si trovano. Ma la Calabria deve porsi anche obiettivi europei. Investire sull'istruzione e sulla formazione dei nostri giovani. Realizzare vere politiche attive del lavoro. Rendere competitivo il sistema produttivo. In questo senso, l'investimento sull'innovazione è decisivo perché, in qualche misura, riguarda e integra tutte le politiche pubbliche settoriali. Solo con l'innovazione il nostro sistema economico può crescere, si può difendere il lavoro, si può creare nuova occupazione, si possono migliorare i servizi e la qualità della nostra vita.
Durante la campagna elettorale ho presentato ai cittadini un programma di governo in cui il tema dell'innovazione attraversa tutti i temi che considero fondamentali per le politiche regionali dei prossimi anni. All'innovazione tecnologica, in particolare, è dedicato uno dei capitoli centrali del programma. Il nostro progetto di Calabria Digitale tratta tutti i temi e le proposte che voi contemplate nella vostra lettera: alfabetizzazione, open data, servizi digitali della pubblica amministrazione, scuola, sanità, trasporti. La Calabria ha bisogno di spingere l'acceleratore sul digitale, per recuperare il gap che in questi anni è venutosi a formare. Da questo punto di vista, posso dire che, se il programma nazionale di infrastrutturazione in fibra ottica a banda larga e ultralarga in tutti comuni calabresi procede come preventivato (e farò di tutto perché ciò avvenga), entro il 2016 la Calabria potrebbe essere tra le regioni italiane con il sistema di connettività a più alta capacità e diffusione territoriale. La prospettiva è di enorme portata, in grado di cambiare radicalmente la società e produrre straordinari scenari di evoluzione anche sul fronte dell'economia. Noi vogliamo cogliere questa opportunità, mettendo in campo politiche perché la Calabria si ponga sul palcoscenico nazionale ed europeo come una regione di eccellenza nel digitale. Le infrastrutture digitali sono un bene comune, che ogni articolazione amministrativa, ogni ente e ogni ufficio pubblico, in modo federato e non centralizzato, avrà il mandato di alimentare, manutenere e garantire. Il digitale è al centro della nostra proposta di governo, basata su precise priorità strategiche: la connettività, la geo-localizzazione, l'interoperabilità e la disponibilità dei dati, la sostenibilità economica dei servizi, l'impiego di applicazioni per l'e-government, la democrazia digitale, l'e-learning, l'inclusione digitale, l'e-culture e la sanità digitale.
In questo quadro, considero una priorità assoluta l'alfabetizzazione digitale di tutti i calabresi, di quelli che non conoscono internet come di quelli che non hanno mai sfiorato lo schermo di un tablet o di uno smartphone. Così come, nel quadro della riforma e della riorganizzazione della sanità, considero essenziale lo sviluppo del digitale in questo settore, per l'accesso on-line ai dati sanitari, la telemedicina, la teleassistenza e il telesoccorso, la prenotazione e il pagamento del ticket, la personalizzazione dei percorsi di cura, il fascicolo sanitario elettronico, la riduzione liste d'attesa e della spesa sanitaria, l'accesso alla documentazione sanitaria, ecc. Allo stesso modo, penso che siano temi fondamentali sia lo sviluppo dei servizi territoriali digitali (carta regionale dei servizi, identità digitale federata, pagamenti elettronici della pubblica amministrazione, cartografia digitale pubblica, ecc.), sia gli incentivi alla realizzazione di servizi e applicazioni da parte di imprese, associazioni e singoli cittadini grazie all'utilizzo degli open data sia, infine, in linea con gli obiettivi di riorganizzazione del settore, la piena applicazione del digitale al trasporto pubblico sul versante della bigliettazione elettronica, dell'infomobilità e dell'ottimizzazione gestionale.
Il tema della scuola mi sta particolarmente a cuore ed è centrale nel nostro programma di governo della Regione. Credo sinceramente che la cosa che conta di più per il nostro futuro è istruire e formare nel modo migliore tutte le ragazze e i ragazzi. C'è un rapporto formidabile tra saperi e crescita economica e sociale. Coniugare qualità con equità nell'istruzione è il miglior investimento che possiamo fare. In questo senso, la sfida dell'innovazione del nostro sistema scolastico è davvero la sfida del domani. Penso anch'io che non ci si debba limitare a diffondere i materiali didattici digitali e rafforzare le dotazioni tecnologiche (pc, lavagne digitali, tablet o altro), che pure sono cose fondamentali in Calabria. Dobbiamo mettere in campo iniziative e progetti affinché la scuola, nel suo complesso, evolva verso il digitale e compia un salto di qualità nei modelli di insegnamento e apprendimento, nell'organizzazione, nella qualità dell'offerta formativa.
Ritengo parimenti decisivo per il futuro della nostra economia creare e diffondere veri e propri ecosistemi dell'innovazione. Dobbiamo fare leva sia sulla capacità di ricerca e innovazione del sistema regionale delle università e dei centri di ricerca pubblici sia sull'enorme - e finora ampiamente sottoutilizzato - patrimonio di giovani scolarizzati. Dobbiamo potenziare le infrastrutture, riorganizzare la governance della ricerca e dell'innovazione, migliorare il trasferimento delle conoscenze e sostenere l'innovazione nelle imprese, rafforzare il digitale nelle imprese e nei sistemi produttivi anche per migliorarne i contesti di operatività, rafforzarne le capacità competitive e l'apertura all'internazionalizzazione. In particolare, per regioni come la nostra, ad economia debole ma con una buona presenza di infrastrutture di ricerca e innovazione e giovani ad alta scolarizzazione, investire sulle start-up è una strada obbligata, potenzialmente di grande impatto. Coltivo il sogno che la Calabria diventi una regione di eccellenza nella nascita e nello sviluppo di start-up. Per questo, ho intenzione di promuovere, credo per la prima volta a livello regionale, una specifica iniziativa legislativa sulle start-up ed avviare uno specifico programma modellato sulle migliori esperienze nazionali e internazionali. Questa strategia sarà basata sulla diffusione di una cultura imprenditoriale innovativa, sulla creazione di nuove imprese a elevato contenuto di conoscenza, di tecnologia e d'innovazione, sull'identificazione di moduli di collaborazioneispirati allo strumento del cofinanziamento, sull'identificazione di luoghi per la nuova imprenditorialità e infrastrutture per la gemmazione dell'innovazione (incubatori, poli di innovazione, spazi per start-up, spazi pubblici per il co-working).Infine, penso che un sistema di innovazione efficace debba fondarsi sulla qualità e sulla capacità di interagire tra il sistema imprenditoriale, il sistema della conoscenza e il sistema istituzionale.Considero cruciale, a questo scopo, la rivoluzione digitale e la diffusione della cultura dell'innovazione nel contesto regionale, a partire dall'amministrazione pubblica e, in particolare, dalla Regione. Occorre una nuova governance dell'innovazione, che sia partecipata ed efficace e sia basata sulla trasparenza. Nell'era digitale la trasparenza deve essere totale: ogni dato sull'attività della pubblica amministrazione deve essere a portata di clic. Sotto il profilo operativo, il principio da adottare è quello del "digital by default",ovvero: il digitale è uno standard istituzionale ed economico. Per questo dobbiamo passare rapidamente dalle transazioni in analogico a quelle in digitale, rendendo completamente informatizzata la Regione ed eliminando il cartaceo nella gestione amministrativa e nei rapporti con il cittadino e le imprese. È questa la strada per rendere effettivi i diritti di cittadinanza dell'era digitale, onorando gli obblighi di trasparenza, semplificazione, celerità ed efficienza dell'amministrazione pubblica in generale e della Regione in primis, attraverso la disponibilità di servizi digitali avanzati per i Comuni, i cittadini e le imprese.

Cerca nel sito

Twitter stream

Ultime news

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Calabria #bellacomeu…

26-07-2017 News

Calabria #bellacomeunfilm, al via la seconda edizione

  E' partita il 24 luglio Calabria#bellacomeunfilm, il contest che per il secondo anno successivo propone di raccontare la Calabria- attraverso...

Read more

I video di Calabria …

25-02-2017 News

I video di Calabria #bellacomeunfilm montanti dal regista Mimmo Calopresti

CALABRIA #BELLACOMEUNFILM  

Read more

I video dei vincitor…

25-02-2017 News

I video dei vincitori di Calabria #bellacomeunfilm

PREMIO CALABRIA FILM COMMISSION   PREMIO CALABRIA FILM COMMISSION   PREMIO CALABRIA FILM COMMISSION   PREMIO SOCIAL MEDIA PREMIO SOCIAL MEDIA   MENZIONE SPECIALE COMITATO GIOVANI UNESCO   PREMIO SPECIALE "Club...

Read more

#bellacomeunfilm, un…

08-11-2016 News

#bellacomeunfilm, un successo il contest calabrese sui social

Più di 800 tra foto e video, un racconto puntuale della Calabria tra piazze in festa e acque incontaminate, delfini...

Read more

Calabria, #bellacome…

28-07-2016 News

Calabria, #bellacomeunfilm

Promuovere la Calabria sui social network grazie ai video di chi questa regione la vive da abitante o da turista...

Read more

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tipi di cookie utilizzati da Calabresicreativi.it

Utilizziamo diversi tipi di cookie per gestire la navigazione e l'usabilità del sito. Nel tuo browser potrebbero essere memorizzati alcuni o tutti i cookie elencati qui di seguito. Puoi visualizzare e gestire i cookie nel tuo browser (anche se è possibile che i browser per dispositivi mobili non offrano questa visibilità).
Categoria di utilizzo Esempio
Preferenze Questi cookie permettono ai nostri siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.
Sicurezza Utilizziamo i cookie di sicurezza per autenticare gli utenti, prevenire l'uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati.Ad esempio, utilizziamo cookie chiamati "SID" e "HSID" contenenti record con firma digitale e crittografati per l'ID dell'account di un utente e per la sua data di accesso più recente. La combinazione di questi due cookie ci permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.
Processi I cookie dei processi contribuiscono al funzionamento dei siti web e all'offerta dei servizi che i visitatori si aspettano di trovarvi, ad esempio la possibilità di navigare tra le pagine o di accedere ad aree protette del sito. Senza questi cookie, il sito non può funzionare correttamente.
Pubblicità Utilizziamo i cookie per rendere la pubblicità più coinvolgente per gli utenti e più utile per publisher e inserzionisti. Alcuni impieghi comuni dei cookie includono la selezione della pubblicità in base a ciò che è pertinente per un utente, il miglioramento dei rapporti sul rendimento delle campagne e la possibilità di evitare la visualizzazione di annunci che l'utente ha già visto.
Stato della sessione I siti web spesso raccolgono informazioni sul modo in cui gli utenti interagiscono con essi. Ciò può includere le pagine visitate più spesso dagli utenti e l'eventualità che gli utenti ricevano messaggi di errore da determinate pagine. Utilizziamo questi "cookie relativi allo stato della sessione" per migliorare i nostri servizi e l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Il blocco o l'eliminazione di questi cookie non renderà inutilizzabile il sito web.Questi cookie potrebbero essere utilizzati anche per misurare l'efficacia della pubblicità PPC (Pay Per Click) e della pubblicità affiliata.
Analytics Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web.Leggi ulteriori informazioni su cookie di Analytics e privacy.

COME DISATTIVARE I COOKIE SUL TUO BROWSER

Di seguito i link dei principali browser con le istruzioni per la disattivazione dei cookie: